PARTITA IVA AGRICOLA

Partita IVA Agricola: come aprire una Partita IVA in agricoltura.

La normativa italiana definisce l’imprenditore agricolo il soggetto che, titolare di Partita IVA, esercita attività legate alla coltivazione della terra, all’allevamento o alla sevicoltura.

Queste sono le condizioni per poter aprire una Partita IVA agricola.

La Partita IVA agricola, ha il codice ATECO 01 agricoltura ( il codice ATECO è il numero che identifica il settore dell’attività). Esistono infatti tre tipi di regime; ESONEROSPECIALE ed ORDINARIO.

Per aprire la Partita IVA, bisogna munirsi di: Documenti di IdentitàCodice FiscaleVisura e titolo di possesso del terreno, se nell’impresa si utilizzerà un terreno di proprietà.

Con i documenti alla mano, si può seguire una delle tre vie disponibili:

  • Rivolgersi alla COLDIRETTI: a seguito di un versamento di poche decine di euro, l’ufficio si occuperà delle pratiche.
  • Tramite Comunicazione Unica: dopo la riforma, è possibile registrarsi online attraverso il portale Comunica.
  • All’Agenzia delle Entrate: documenti alla mano, recarsi nell’ufficio competente per poi rivolgersi all’INPS per aprire la tua posizione pensionistica.

REGIME DI ESONERO

Il vantaggio di rientrare nel settore agricolo è la presenza del regime di esonero per tutti i produttori agricoli che nell’anno solare precedente non hanno superato o, prevedono di non superare, un volume d’affari uguale o inferiore a 7.000 euro.

Il reddito deve essere costituito per almeno due terzi da cessioni di prodotti agricoli derivanti dall’attività.

Il piccolo imprenditore agricolo che rientra nel regime di esoneto ha l’opportunità di:

  • Non pagare né incassare IVA;
  • Non tenere contabilità;
  • Non presentare la Dichiarazione IVA.

Il solo obbligo, è quello di inviare per via telematica le Fatture che devono essere archiviate e numerate, ma non registrate. Il produttore può scegliere di passare al regime ordinario se lo ritiene necessario.

Questa formula è pensata per i piccoli produttori che non hanno grosse spese da scaricare come l’acquisto di macchinari o materie prime.

Attenzione: in regime di Esonero decade anche l’obbligo del versamento minimo INPS che, altrimenti, per gli altri regimi sarebbe pari ad un minimo annuo di € 1500 o più a seconda del fatturato.

(Fonte: https://www.aprireazienda.com/partita-iva-agricola/ )

Altra Fonte:

Dal 2010 la procedura per aprire la partita IVA agricola si è molto semplificata; oggi basta una procedura digitale, la cosiddetta Comunicazione Unica (ComUnica), con la quale si invia tutta la documentazione necessaria per aprire la Partita IVA al Registro delle Imprese.

La partita IVA per l’agricoltura viene dunque aperta online, senza nessun costo: attraverso la pratica Comunicazione Unica potrete richiedere la Partita IVA, aprire una posizione assicurativa presso l’INAIL, aprire una posizione INPS ed iscriversi alla Camera di Commercio, tutto con un’unica procedura preparata e da inviare al Registro delle Imprese.

Una volta avviata la vostra impresa agricola, se avete fatturato in un anno un volume d’affari non superiore ai 7.000 euro, potrete usufruire del Regime Esonero, un regime fiscale che prevede l’esonero da qualsiasi obbligo contabile e dichiarativo.

In particolare, con il Regime di Esonero non avrete l’obbligo di:

  • Presentare la Dichiarazione dei Redditi;
  • Tenere alcun tipo di contabilità;
  • Procedere alla liquidazione e al versamento delle Imposte;
  • Fare la Dichiarazione IVA annuale.

C’è solo un obbligo da parte dell’impresa agricola alla quale viene applicato il regime fiscale di esonero, quello di numerare e conservare le fatture di acquisto e le bollette doganali, oltre alle fatture emesse dai clienti sulle quali viene trattenuta l’imposta.

È importante aggiungere che il regime d’esonero non è obbligatorio: un imprenditore agricolo può decidere liberamente di seguire il regime fiscale normale (o ordinario), anche se non fattura più di 7.000 euro nel corso dell’anno solare.

(Fonte: https://www.affarimiei.biz/diritto-e-impresa/aprire-partita-iva-agricola-la-guida-definitiva )