Patenti e Normative

I QUAD, secondo l’Art. 53 del Codice della Strada e sue successive modifiche, è normato come quadriciclo. Il quadriciclo a sua volta fa parte della categoria dei motoveicoli (Il comma deve essere integrato e modificato secondo quanto stabilito dall’Art. 1, commi 2 e 3, del D.M. 31 Gennaio 2003, in SOGU 29/5/2003, in recepimento della Direttiva n. 2002/24 del 18 Marzo 2002, relativa all’omologazione dei veicoli a motore a due o tre ruote).

 

I QUAD sono considerati “Quadricicli Leggeri” se la loro massa a vuoto è inferiore ai 350 Kg, la cui velocità massima è inferiore e pari a 45 km/h, la cilindrata è inferiore o pari a 50 cm3 o la potenza è inferiore o uguale ai 4 kW. Se destinati al trasporto persone ma con una massa non superiore ai 400 Kg e una potenza inferiore ai 15 kW abbiamo tutti gli altri quadricicli tra cui i nostri quad.

Le Patenti per il QUAD

Il Decreto Legislativo 18/04/2011 – n. 59 – “Attuazione delle direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE concernenti la Patente di Guida” (modificato dal Decreto Legislativo 2 del 16/01/2013 – Modificato dal Decreto del Ministero dei Trasporti del 25/02/2012 (G.U. n. 84 del 10/04/2013) – pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del n. 99 del 30/04/2011, recepisce per intero la direttiva europea sulle Patenti 2006/126/CE e porta modifiche importanti agli Articoli del Codice della Strada.

L’Art. 116 CDS è stato integralmente sostituito e riscritto, in modo da armonizzare le categorie di patenti ivi indicate con quelle previste dalla Direttiva 2006/126/CE. Sul tema, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi Informativi e Statici, con la citata nota n. 1403 del 16 Gennaio 2013, ha fornito indicazioni dettagliate alle quali si rinvia per ogni utile approfondimento (All. 4). In particolare si segnala che:

  • È stata introdotta la Patente AM, necessaria per la conduzione di tutti i ciclomotori;
  • È stata introdotta la Patente di Categoria A2 e sono state rimodulate, di conseguenza, le Categorie A1 ed A già previste;
  • Sono state reintrodotte le Patenti di Categoria B1, C1 e D1.

Per effetto delle modifiche indicate, in Italia, come accade per tutti i paesi dell’UE, sono presenti 15 Categorie di Abilitazioni alla Guida, ciascuna autonoma e, di norma, conseguita mediante esame specifico su un veicolo tecnicamente corrispondente a quelli che la Patente abilita a condurre. Ai veicoli che ciascuna Patente UE abilita a condurre in tutto il territorio dell’Unione, devono essere aggiunti, solo per il territorio nazionale, i veicoli indicati dall’Art. 125, comma 2, lett. h), C.d.S.

Nel dettaglio, il Decreto dice che:

–   Dal 2016 le moto ed i quad nuovi dovranno essere costruiti secondo le normative Euro4 e dal 2017 tutti i veicolo in vendita dovranno seguire questa regola. Anche Motocicli ed i Quadricicli Leggeri dal 2017 dovranno seguire questo principio. Dal 2020 poi tutti i veicoli circolanti dovranno essere Euro5.

–  La carrozzeria non deve avere parti sporgenti che possano creare danno agli altri utenti in caso di incidenti e per tutti i veicoli della Categoria L (Quad, UTV, Microcar, Buggy, Moto e Ciclomotori) che le ruote, ognuna, possa ruotare a velocità diversa.

–  Le modifiche, emanate dal Ministero dei Trasporti, che coinvolgono principalmente i motociclisti, condizionati dal punto di vista delle età minime per poter guidare determinati mezzi, prevedono l’introduzione di nuove Patenti e cambiano i limiti per alcune di quelle già esistenti. Viene eliminata la possibilità attuale di guidare il Quad con la Patente A o la B, indifferentemente. Il procedimento non è retroattivo e quindi chi è in possesso di una Patente A che sia anteriore al 19 Gennaio scorso, potrà comunque guidare il Quad senza incorrere in sanzioni; la novità riguarda solamente le Patenti successive a tale data.

I Tipi di Patenti:

  • Patente AM ( 14 anni) Sostituisce il Certificato alla Guida dei Ciclomotori C.I.G.C.

Abilita alla guida di:

Ciclomotori a due ruote e veicoli a tre ruote la cui cilindrata è inferiore o uguale a 50 cm3. Quadricicli leggeri la cui massa a vuoto è inferiore o pari a 350 Kg (Categoria L6e), esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, la cui velocità massima per costruzione è inferiore o uguale a 45 km/h e la cui cilindrata del motore è inferiore o pari a 50 cm3 per i motori ad accensione comandata; o la cui potenza massima netta è inferiore o uguale a 4 kW per gli altri motori, a combustione interna; o la cui potenza nominale continua massima è inferiore o uguale a 4 kW per i motori elettrici.

L’esame pratico dovrà essere fatto con:

Ciclomotori a due ruote (Categoria L1e), ovvero ciclomotori a tre ruote (Categoria L2e) o quadricicli leggeri (Categoria L6e), omologati per il trasporto di un passeggero oltre al conducente, non necessariamente dotati di cambio di velocità manuale.

  • Patente B1 (16 anni) Patente specifica per guidare i quad di una certa potenza

Abilita alla guida di:

Quadricicli diversi da quelli riportati sopra, la cui massa a vuoto è inferiore o pari a 400 Kg ( categoria L7e) (550 kg per i veicoli destinati al trasporto di merci), esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, e la cui potenza massima netta del motore è inferiore o uguale a 15 kW. Tali veicoli sono considerati come tricicli e sono conformi alle prescrizioni tecniche applicabili ai tricicli della Categoria L5e salvo altrimenti disposto da specifiche disposizioni comunitarie.

L’esame pratico dovrà essere fatto con:

Un Quadriciclo a  motore (L7e), capace di sviluppare una velocità di almeno 60 km/h.

  • Patente B (18 anni)

Abilita alla guida di:

Autoveicoli la cui massa massima autorizzata non supera 3500 Kg e progettati e costruiti per il trasporto di non più di otto persone oltre al conducente. Agli autoveicoli di questa categoria può essere agganciato un rimorchio la cui massa massima autorizzata superi 750 kg, purchè la massa massima autorizzata di tale combinazione non superi 4250 kg. Qualora tale combinazione superi 3500 Kg è richiesto il superamento di una prova di capacità e comportamento su veicolo specifico. In caso di esito positivo, è rilasciata una Patente di guida  che, con un apposito codice comunitario, indica che il titolare può condurre tali complessi di veicoli.

L’esame pratico dovrà essere fatto con:

Un veicolo a quattro ruote di Categoria B, capace di sviluppare una velocità di almeno 100 km/h.

FONTE: Moto4 (http://www.moto4.it/index.php/mondo-atv/normative#definizione)